Lettori fissi

martedì 29 gennaio 2013

UN ENNESIMO PREMIO ...



Ritiro nuovamente e con "rinnovata gioia" il premio che mi ha donato Edvige.

Il regolamento prevede di raccontare 7 cose di sè stessi, vi ripropongo le stesse di quando l'ho ritirato per prima volta, anche perchè nel frattempo nuove persone si sono aggiunte al blog e magari non sanno che:

1)  mi piace tanto visitare posti nuovi
2) mi piacerebbe molto andare in Russia con la Transiberiana
3) adoro il telefilm "IL TENENTE COLOMBO, non ne perdo mai una puntata anche se oramai sò tutte le battute a memoria
4) da piccola ho fatto nuoto e pattinaggio artistico
5) non mi piace la polenta
6) ho la patente e non guido la macchina (questa non ve la aspettavate vero?)
7) nonostante quanto al punto 6 alla scadenza la patente l'ho fatta rinnovare ugualmente ... non si sà mai che un giorno torni a fare qualche guida con l'autoscuola e inizi ad usarla


A questo punto dovrei girare il premio a 15 blogger.
Stavolta ho deciso di seguire l'esempio di Edvige e quindi lo giro alle prime 15 che commenteranno questo post.


sabato 26 gennaio 2013

PORTA CD/DVD "DECORATI"

Lo sò, vi ho fatto aspettare un pò, ma finalmente sono pronta per mostrarvi uno dei tanti progettini che frullano nella mia testa, finalmente terminato.

Dovete sapere che a Natale mio fratello ci ha regalato il convertitore di VHS su DVD e quindi sono subito partita a convertire, convertire, convertire .... un momento e ora tutti questi DVD dove li metto?

Così ho comperato delle belle scatole per metterci appunto i DVD.


Carine vero? Però ... non sò mi sembravano un po "scarne" e cosi ho cercato di arricchirle un pò.

Qualche stella e qualche cuore 


a formare dei piccoli disegni


ed ecco che non sembra più quella di prima


E quella bianca?


Bè non potevo farla uguale così, dato che S.Valentino si avviccina è una esplosione di CUORI

Piccoli


e grandi


e così è diventata la mia preferita


E a voi? Quale piace di più?

mercoledì 23 gennaio 2013

UN PICCOLO CASANOVA

Intanto che vi tormentate nell'attesa di scoprire i miei nuovi progetti, vi mostro questo tenero CASANOVA di porcellana che mi ha regalato questa estate una mia amica al ritorno da una gita a Venezia.


Io lo trovo adorabile e poi ha anche il "codino".


Questo sarebbe anche un ottimo vestito per Carnevale, tra l'altro in pieno in stile Veneziano.
Ah! Venezia nel periodo del carnevale, quanto mi piacerebbe andarci una volta ad assaporare quello che deve essere un clima da favola.

Voi ci siete mai state per l'occasione?

domenica 20 gennaio 2013

GLI ULTIMI ACQUISITI

Oggi sono un pò di corsa e quindi il post sarà breve, giusto per farvi vedere gli acquisti fatti e di cui vi parlavo nel post precedente.

Iniziamo con delle belle scatole porta-cd alle quali ho intenzione di fare un pò di "maquillage".


Proseguiamo poi con perline e applicazioni varie.


E per non farci mancare proprio niente anche un pò di feltro.


Spero di riuscire a portare a termine tutti i progetti che ho in mente.
Buon "rimasuglio" di Domenica e sopratutto BUON INIZIO DI SETTIMANA.

venerdì 18 gennaio 2013

PORTACELLULARE ALL'UNCINETTO

Sabato scorso sono uscita con mia mamma per compere e sono tornata a casa con tantissime cose che mi serviranno per realizzare la montagna di idee che ho per la testa.

Nel post di oggi voglio farvi vedere i bei filati che ho comperato,


e il primo lavoretto che ho fatto con quello rosa multi-colore.
Bè, dal titolo avete capito anche voi di cosa si tratta ^_^


un bel portacellulare dotato di laccetto per chiuderlo e con qualche perlina in tinta.

P.S.
Per sapere cosa ho comperato di altro dovrete aspettare il prossimo post; presa dall'entusiasmo di fare qualcosa con questi filati non ho ancora fotografato il resto.

mercoledì 16 gennaio 2013

DONNE NELLA STORIA - RITA LEVI MONTALCINI

Ci ha lasciato da poco una donna straordinaria, il suo nome era Rita Levi Montalcini nota al mondo intero e che ha acquisito negli anni tantissime onoreficenze:

Premio Nobel per la medicina
National Medal of Science
Membro della Royal Society
Laurea honoris causa
— Università di Uppsala
— Istituto Weizmann
— Saint Mary University.
— Constantinian University.
— Università Commerciale Luigi Bocconi.
— Università di Urbino, 31 maggio 1990.
— Università di Bologna, 18 settembre 2001.
— Università di Ferrara, 17 dicembre 2002.
— Università degli Studi del Sannio, 19 giugno 2004.
— Università di Perugia, 4 ottobre 2006.
— Politecnico di Torino, 27 ottobre 2006.
— Università degli Studi di Milano-Bicocca, 22 gennaio 2008.
Dottorato honoris causa in medicina
— Università Complutense di Madrid, 23 ottobre 2008.
Dottorato honoris causa in scienze
— Dalla McGill University presso il Rettorato dell'Università La Sapienza, 23 febbraio 2011.
Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana
Medaglia d'oro ai benemeriti della scuola della cultura e dell'arte
Dama di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana
Medaglia d'oro ai benemeriti della scienza e cultura
Onorificenze straniere
Grand'Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)
Dama di Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna)

Nata in una famiglia ebrea nel 1909, insieme alla sorella gemella Paola (1909–2000), nota pittrice.

All'età di vent'anni entrò nella scuola medica dell'istologo Giuseppe Levi, dove cominciò gli studi sul sistema nervoso che avrebbe proseguito per tutta la vita. Ebbe come compagni universitari due futuri premi Nobel, Salvador Luria e Renato Dulbecco. Tutti e tre furono studenti di Giuseppe Levi verso il quale si sentirono in debito per la formazione in scienze biologiche e per aver insegnato loro come affrontare i problemi scientifici in modo rigoroso, in un momento in cui tale approccio era ancora abbastanza inusuale; fu lo stesso Levi a introdurre in Italia il metodo di coltivazione in vitro.

Nel 1936 il rettore dell'Università di Torino, le conferì la laurea in Medicina e Chirurgia con 110 e lode, successivamente si specializzò in neurologia e psichiatria.

Nel 1938 Benito Mussolini pubblicò il “Manifesto per la difesa della razza” firmato da dieci scienziati italiani, cui fece seguito la promulgazione di leggi razziali di blocco delle carriere accademiche e professionali a cittadini italiani non ariani. In quanto ebrea sefardita, Rita fu costretta a emigrare in Belgio con Giuseppe Levi, sebbene stesse ancora terminando gli studi specialistici di psichiatria e neurologia. Sino all'invasione tedesca del Belgio (primavera del 1940), fu ospite dell'istituto di neurologia dell'Università di Bruxelles dove continuò gli studi sul differenziamento del sistema nervoso.

Poco prima dell'invasione del Belgio tornò a Torino, dove, durante l'inverno del 1940, allestì un laboratorio domestico situato nella sua camera da letto per proseguire le sue ricerche.

Nel 1943 l'invasione dell'Italia da parte delle forze armate tedesche li costrinse ad abbandonare il loro rifugio ormai pericoloso e iniziò così un pericoloso viaggio che si concluse a Firenze.

Dopo la guerra tornò dalla famiglia a Torino dove riprese gli studi accademici e allestì un laboratorio di fortuna casalingo in una collina vicino ad Asti. I suoi primi studi (degli anni 1938-1944) erano stati dedicati ai meccanismi di formazione del sistema nervoso dei vertebrati. Con il maestro Giuseppe Levi, iniziò a fare ricerca negli embrioni di pollo attraverso i quali approfondì le ricerche sulle correlazioni nello sviluppo tra le varie parti del sistema nervoso e si rivolgeva allo studio dello sviluppo dei neuroni isolati da vari elementi del tessuto cerebrale dell'embrione,giungendo a diversi risultati pubblicati su riviste scientifiche internazionali.

Nel 1947 il biologo Viktor Hamburger, al quale si era ispirata per molti suoi lavori, la invitò a St. Louis, a prendere la cattedra di docente del corso di Neurobiologia al Dipartimento di zoologia della Washington University.

Nel 1956 venne nominata professoressa associata e nel 1958 professoressa ordinaria di zoologia presso la Washington University di St. Louis e, nonostante inizialmente volesse rimanere in quella città solo un anno, vi lavorò e vi insegnò fino al suo pensionamento, avvenuto nel 1977.[17] Per circa trent'anni fece le ricerche sull'NGF e sul suo meccanismo d'azione, per le quali nel 1986 ricevette il Premio Nobel per la medicina insieme al suo studente biochimico Stanley Cohen.


UNA "DONNA LIBERA"
Rita Levi-Montalcini ha sempre affermato di sentirsi una donna libera. 
Ha rinunciato per scelta a un marito e a una famiglia per dedicarsi interamente alla scienza. Riguardo alla propria esperienza di donna nell'ambito scientifico, ha descritto i rapporti coi collaboratori e studiosi sempre amichevoli e paritari, sostenendo che le donne costituiscono al pari degli uomini un immenso serbatoio di potenzialità, sebbene ancora lontane dal raggiungimento di una piena parità sociale.


Fonte Wikipedia - per saperne di più:  http://it.wikipedia.org/wiki/Rita_Levi-Montalcini

lunedì 14 gennaio 2013

CROSTATA

Pronte ad assaporare le ricette della nonna?
Quella che voglio proporvi oggi non è nel libro delle ricette (della nonna di Piacenza) che ho preparato a Natale per i parenti, ma è della nonna della Sardegna e mi è stata tramandata a voce.

Perchè ho scelto proprio questa? semplice perchè dopo tutti  i dolci elaborati delle feste questo è semplice, leggero e lo si gusta sempre volentieri.

INGREDIENTI
2 Uova
200 gr zucchero
200 gr burro
500 gr farina
lievito
marmellata (non sò voi ma io adoro quella di prugne)

PREPARAZIONE
Far sciogliere il burro a fuoco lento.
In una terrina mescolare le uova con lo zucchero fino a che non diventano una crema bella chiara, un pò alla volta aggiungere la farina (setacciata) e il burro, amalgamando bene.
Alla fine aggiungere il lievito setacciato.

Togliere dalla pasta ottenuta una parte per la guarnizione.

Stendere la maggior parte della pasta in una teglia,


ricoprirla con la marmellata e decorarla con la restante pasta.


Mettere in forno a 180° per mezz'ora circa.


sabato 12 gennaio 2013

UN VASO DI ROSE - 012

Avete visto? sotto il logo dei 100 libri da leggere ho messo un contatore dei libri letti ... ad oggi sono a quota 2, direi una bella media se consideriamo che è solo il 12 Gennaio e che sono operativa anche su altri fronti come per esempio il "Punto Croce".

Un nuovo rametto tutto di fiorellini viola e blu si è aggiunto al ricamo.


Sapete a quando risale ormai il primo post sul vaso di rose? 14-04-2012 mamma mia sono già 9 mesi che ci lavoro e devo dire che è un lavoro sì lungo ma molto soddisfacente.


Ogni volta che lo guardo me ne innamoro un pochino di più e vorrei evitare che diventasse un UFO, quindi il mio ulteriore proposito per l'anno nuovo è:
- terminare il ricamo entro il 31-12-2013 e fare un post di avanzamento al mese da mostrarvi
sgridatemi se non lo faccio ... mi raccomando, conto molto su di voi e sul fatto che mi sproniate a portarlo a conclusione.

Visto che oramai i propositi per l'anno nuovo si stanno accumulando ho deciso di aggiungerli anche in bacheca, così sia io che voi li abbiamo sempre sotto controllo; li metto sotto il logo dei 100 libri in un anno.

giovedì 10 gennaio 2013

PREMIO LIEBSTER BLOG

Un grazie immenso a Dalisa del blog http://dalisa-imieihobby.blogspot.it/ per il premio che ha voluto assegnarmi:


Ora spetta a me girare questo premio a 5 blog con meno di 200 followers e che meritano di essere visitati:
http://carlacontaecrea.blogspot.it/
http://nunziacrochet.blogspot.it/
http://semplicicose-letizia.blogspot.it/
http://giovy-hobbyecucitocreativo.blogspot.it/
http://romycreazioni.blogspot.it/

martedì 8 gennaio 2013

UNA SERATA AL TEPORE DELLA STUFA

Buona sera al mondo del web, che fate di bello?
Io sono in cucina, ovviamente al PC, a godermi al calduccio della stufa il film "TI PRESENTO I MIEI".

Adoro la stufa, il rumore della legna che scoppietta e poi quella che abbiamo in cucina è una bella stufa economica con possibilità quindi di utilizzarla per cucinare, un pò come questa:


che però altro non è che un soprammobile in terracotta che mia mamma ha arricchito con minuscoli dettagli in pasta di sale.


Pentolame vario e tante cose buone da mangiare che "bollono in pentola" ... non sentite anche voi il profumino del cibo che si libera nell'aria?

sabato 5 gennaio 2013

CENTRINI E PROPOSITI PER L'ANNO NUOVO

Non avete notato niente sotto la bambola del post precedente?
Vi dò un aiutino ... quardate bene su cosa è seduta.


Visto? E' seduta su un bel centrino fatto da una delle mie nonne.


Uffa, ma perchè io non sono capace di farli? 
Un pò sicuramente la colpa è mia che non mi impegno tanto con l'uncinetto, ho fatto quache lavoretto, che ho pubblicato con soddisfazione sul blog, ma poi chissà perchè torno sempre al  mio amato "punto croce", anche se mi piacerebbe riuscire a creare delle meraviglie come queste.






Vabbè, tra i propositi per il nuovo anno inserirò:
- "non mollare", prendi in mano l'uncinetto e usalo!

A proposito di "propositi" per il nuovo anno, FIORE del blog http://fioriecrocette.blogspot.it/ mi ha chiesto di "sbirciare" le ricette della nonna che ho regalato a Natale ai parenti.
Siccome avevo deciso di "provarle" durante questo nuovo anno, sarà per me un piacere mostrarvele, così se ce n'è qualcuna che vi ispira potete realizzarla anche voi.
Ah, per alcune avrò bisogno di un Vostro aiuto nella traduzione degli ingredienti ...
Non ho ancora iniziato a provarle perchè ci sono parecchi dolci e siamo ancora nel pieno delle feste, ma appena finiti tutti i panettoni e pandori mi metto all'opera.


mercoledì 2 gennaio 2013

UNA BAMBOLA COL CAPPOTTO

Buon giorno e buon 2013 a tutti.
Le feste sono finite e "finalmente" si torna alla routine.

EH, sì sono una abitudinaria e andare al di fuori della quotidianeità un pò mi stravolge. A voi no?


Giusto per stare in tema di quotidianeità, è da un pò che non vi mostro qualche bambola di porcellana della mia collezione; dato che siamo in INVERNO ho deciso di mostrarvi questa che è  dotata di cappello e cappotto tutti in tinta.




Visto com'è finito bene il cappellino? Ha anche il nastrino.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...